Commento conclusivo:
"Perfino il bianco Matilde 2019 di Chimento rivela doti di ricchezza impressive. Il suo binomio corposità-morbidezza, ai sensi polposo e limpido s'imprime. Ma allo stesso modo stupefacente la potenza e la concentrazione di frutto di rossi come Il suadente Il Vescovado 2018, o come quella poderosamente balsamica e speziata del Venticinque Marzo 2018. Vera forza della licorosa natura il Luigi Quattordici 2017: impressionante la fittezza della sua coltre polposa compositiva. Gran vino il migliore, il Vitulia 2018, il più performante nel giungere tanto equilibrato e integro (inossidato e puro), quanto magnificamente estrattivo. Complimenti."

Vitulia 2018 Sensazioni

Grande pastosità estratti-va amaroneggiante. Alta l'integrità ossi-dativa del frutto, con potenza olfattiva da essenza. Eccellente purezza, natura-lezza completa e sovrana di primo e vero frutto. Non solo nell'enologica trasposi-zione, integra, del suo bagaglio d'aromi dalla polpa al vino, quant'anche nell'e-strazione del suo intessente e colorante tannino dalle bucce. Non sovraspingen-dosi al nero, si è al viola. Tale il colore, la nettezza del profumo del fiore, la sua-denza glicerinosa del suo potente succo di sole. In frutto una visciola la cui dolcezza è ancora viola, è poderosa mora. Un gran vino, con le calibratissime spezie del rovere a glassare di menta il suo maestoso spessore.

ASSAGGI LUCAMARONI 2021 CHIMENTO.pdf
 
 

vini3homejpg

SCOPRI I VINI CHIMENTO

guide PICC3jpg

DICONO DI NOI