Luigi quattordici 2016 Sensazioni

Il suo gran frutto amaranto, la dice viola sulla sua fittezza estrattiva; la dice tutta sulla maturità piena, svelando con tale tono di tinta la sua turgida, pulsante, prima vivacità ossidativa. Poi le spezie allietano dolcemente il profumo con il loro carico di mentose, eucaliptose dolcezze, e dalla crema nascente dal bilanciato connubio fra il frutto polposo e il balsamico rovere ne scaturisce l'armoniosa suadenza per avvolgere in rotondità la fitta trama del suo possente tannino. Datore di struttura, di maestosa cremosità di contatto e mai d'amaro. Un grande vino di superiore valenza viticola in concentrazione e spessore, d'assoluta splendenza enologica nella viva e netta cristallinità del suo aromatico, moroso splendore.

ASSAGGI LUCAMARONI 2020.pdf
 
 

vini3homejpg

SCOPRI I VINI CHIMENTO

guide PICC3jpg

DICONO DI NOI